Nel presente sito si fa uso di cookie, anche di terze parti, che consentono di inviare servizi in linea con le tue preferenze e quindi raccogliere informazioni sull'uso del sito da parte dei visitatori. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
CHIUDI
 

itinerario n. 101 - Molino Ruatti: una porta sull ’economia dei nonni


La Madonna di Caravaggio e Santa Caterina d’Alessandria, patrona dei mugnai, sono gli affreschi che compaiono sulla facciata del Molino Ruatti posto all’ingresso della Val di Rabbi: una vera e propria “porta” per entrare nella cultura della valle e immergersi nella vita quotidiana di un ambiente alpino del passato.
Le notizie circa la presenza di molini ad energia idraulica in zona risalgono ai primi secoli dopo il Mille; questo, già appartenente alla famiglia Ruatti, è nominato per la prima volta nel 1819 e si sa che ha funzionato fino alla prima metà del Novecento...